Come impara il nostro cervello e altre idee utili per sviluppare competenze

Link interessanti con un filo conduttore. In inglese su Medium. Se lo avete perso ecco il precedente.

COME IMPARA IL NOSTRO CERVELLO?

Il cervello è un sistema creativo in grado di organizzarsi da solo. Ogni competenza e abilità di cui siamo in possesso si è auto-costruita in una specifica regione, come risultato di pratica e applicazione in lunghi periodi di tempo. Ford&Ford, 1987

Brain xkcd«Costruire rappresentazioni della conoscenza complesse e modelli di abilità è ciò che il nostro cervello fa meglio. È disegnato per crescere continuamente e imparare dall’osservazione diretta, dalla pratica e dall’esperienza. Sin dall’infanzia, il nostro cervello costruisce centinaia di abilità uniche, quelle che lo psicologo dello sviluppo Donald Ford chiama “behavior episode schemata”. Queste corrispondo a schemi sociali, culturali e di conoscenza complessi, modelli concettuali costruiti dal nostro cervello che organizzano le informazioni sul mondo che ci circonda. Come potete immaginare, tutto questo ha implicazioni importanti nell’apprendimento e nell’insegnamento.»

» Understanding How Our Brains Learn

L’INTRECCIO FITTISSIMO TRA TECNOLOGIA E CULUTRA

«Le tecnologie, che sembrano così pratiche, sono influenzate da idee riguardo efficacia, risultati attesi e interpretazioni del mondo, tutti aspetti che variano a seconda della cultura di riferimento. Possiamo anche parlare di tecnologia e cultura come se fossero aree distinte, ma in pratica non stanno mai dove ci aspettiamo che stiano. La schiettezza della tecnologia e la contingenza della cultura si confondono. Questo può rendere complesso parlare di cosa succede quando degli ingegneri si occupano di oggetti che hanno a che fare con la cultura.»

Nick Seaver prosegue:

«L’ingegneria appare molto diversa, se vista a ritroso. È particolarmente evidente in caso di tecnologie che hanno a che fare con la cultura in modo esplicito. Se dire “tecnologia” fa venire in mente idee come ottimizzazione, funzionalità e necessità, “cultura” sembra rappresentare l’opposto: varietà, interpretazione e arbitrarietà. Occupandosi di ciò che è strettamente tecnico, il reverse engineering ricostruisce a stento il lavoro culturale fatto dagli ingegneri dietro quella tecnologia.»

» On reverse engineering. Looking for the cultural work of engeneers.

In due righe

Il cervello interpreta le emoticon nello stesso modo in cui interpreta i sorrisi: una ricerca dimostra come nel nostro cervello si attivino davanti alle “faccine” le stesse aree che usiamo per interpretare il volto umano.
» Brain Processes a Smiley Face as a Real Smile

«Non è un segreto: il social media marketing ha un problema con le informazioni che lo riguardano.»
» 3 Scientific Studies With Real Insight Into Social Media

L’empatia è la competenza più importante da avere: la comprensione e la condivisione delle esperienze ed emozioni altrui gioca un ruolo chiave anche a livello professionale.
» Your Most Important Skill: Empathy

Questo post è anche su Medium.